Traduci
link
Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di Un mondo migliore sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Strani desideri

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Strani desideri

Messaggio Da Sognatrice003 il Lun 04 Mag 2015, 21:54

Salve, ho 23 anni e sono fidanzata da un anno e mezzo cin un ragazzo di 30. prima di questa storia non ho mai avuto vere relazioni al di fuori di una storiella di 9 mesi in terza superiore (finita dopo cosi "tanto tempo" perché per 4 mesi non ho trovato il coraggio di abbandonare questo ragazzo alla sua difficile situazione familiare, in quanto provo una certa empatia per gli altri, soprattutto perché io stessa ho avuto un'infanzia turbolenta piena di traslochi,mai conosciuto mio padre, separazione da una madre che stava con troppi uomini, e cambio di 3 collegi e 2 stati per finire, a 9 anni, in affidamento da una famiglia che adoro!).
come dicevo, oltre a quella breve "relazione" per 5 anni non mi sono più voluta legare a nessuno, probabilmente per via della mia poca autostima e per il mio spiccato sdegno per gli umani mi sono limitata a relazioni occasionali votati principalmente al sesso. sono arrivata ad un totale di 7 uomini (mai due allo stesso tempo!), e di cui uno era sposato e per l'altro sono andata fino in romania per 2 settimane.
Proprio mentre ero da quest'ultimo mi ha scritto il ragazzo che mi vendeva videogiochi e del quale ero incuriosita.
si è subito posto chiaramente sulla possessione, io dovevo stare in romania ancora una settimana e lui pretendeva che io smettessi qualunque attività sessuale con qiel ragazzo.. cosí ho mentito dicendo che l avrei fatto... per timore che non mi volesse più vedere se avesse saputo che non era così. Io non volevo smettere... stavo bene la anche sapendo che non sarei mai potuta stare insieme a quel ragazzo.
tornata in italia ho incontrato questo commesso... e abbiamo iniziato a frequentarci... ma dopo un mese le cose stavano già precipitando.. lui è possessivo e geloso e spesso vede solo sé stesso... quindi ogni cosa io dica (anche a livello di "guarda in questo periodo noto che mi sento un pò giù. ..") diventa un "è per ciò che fai tu!, sei tu che sbagli" etc... sono sempre io che rovino le cose e che non ne azzecco mai una.
Spesso siamo arrivati quasi a lasciarci.. ma poi torna sempre... e si lamenta del fatto che sia stato lui a tornare e non io (quando molte volte ero io ad andare da lui.. ma non vede mai ciò ch3 faccio per lui).
ha scoperto che scrivevo con un ex.. cose un pò spinte.. ma solo telematicamente... mai l avrei tradito fisicamente!! e nello stesso peruodo lui partecipava a delle porno chat... ma questo ovviamente lui lo giustifica dicendo che ciò che ho fatto io è peggio perchè scrivevo a un ex e non a sconosciuti online!!
ora le cose vanno meglio... tuttavia non sono mai tranquilla di uscire di casa nemmeno con mio padre senza che soapetti che sono da qualche parte a tradirlo!! e lentamente mi teovo quasi a desiderare di farlo davvero!!
l'idea di avere le attenzioni di un altro uomo mi piace e mi ci trovo a fantasticare... a volte anche su auoi amici! e mi odio da morire per questo perché al di fuori di qiesto carattere fa di tutto per compiacermi e vedermi realizzata!! so che mi ama in una maniera che oggi giorno è praticamente fantasia... e io lo amo da.morirw.. vorrei passare la mia vita con lui... ma la paura di qiesti desideri mi uccide!!!
sono disperata e spaventata.. vorrei avere più attenzioni da parte sua.. ma se gliele chiedo mi ringhia contro che non mi accontento mai e pretendo sempre e solo.... cosi finiamo con l addormentarci di schiena e immusoniti!
non so come comportarmi...vorrei seguire di nuovo delle sedute dallo psicologo, ma lui è assolutamente contrario dicendo che siamo noi stessi la cura dei nostri mali! e sono assolutamente d accordo.. tuttavia sono completamente sola, senza un'amica o un amico con cui confidarmi.. senza nessuno che possa ascoltarmi e magari sostenermi o darmi un parere oggettivo della situazione...
io ho bisogno di lui.. ma non sento questo bisogno in lui....mi sento sola anche se stiamo insieme...

Sognatrice003

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 04.05.15

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Strani desideri

Messaggio Da Dott. A. Paliotti il Sab 16 Mag 2015, 09:45

Salve,
in queste situazioni occorre innanzi tutto valutare i propri sentimenti: Amo questo ragazzo? Per davvero voglio costruire la mia vita con lui? Se la risposta è affermativa ora si tratta di iniziare a costruire le fondamenta del rapporto.

Oggi non è facile per nessuno e tantissime coppie si trovano in difficoltà. Da un lato i trascorsi difficili e le insicurezze personali - che pare le attenzioni dell'altro non siano mai abbastanza - dall'altro non si sa bene come procedere a costruire un rapporto sano.

Viviamo, e più spesso l'ho detto, in una epoca dove la deriva dei valori porta solo uno stato di malessere. E' probabile che il suo ragazzo sia possessivo sia per una sua insicurezza di base sia anche perché avverte la sua inquietudine, la sua insofferenza e il non sentirsi amata abbastanza.

La vita di coppia va costruita con pazienza e con dedizione. Occorre che due persone mettano le basi del loro stare insieme e di certo non aiutano né chat erotiche né messaggi spinti con chicchessia.

Purtroppo oggi viviamo in un'epoca dove i vari media alimentano solo malesseri, fornendo modelli disfunzionali, e insegnano che occorre perseguire il piacere a tutti i costi, un piacere dato dalla seduzione, dal sesso promiscuo e così via. Nulla di più falso. Il vero piacere, quello duraturo è dato dalla consapevolezza di camminare su una giusta strada costruendo con forza e serenità la propria vita e il proprio futuro.

Di certo esperienze passate negative non aiutano ma a maggior ragione occorre ben identificare ciò che si vuole e non lasciarsi vivere passivamente che in tal caso si rischia di ripetere i modelli ricevuti.

Esistono nella vita di tutti momenti difficili, ma se si è certi dei propri sentimenti e della scelta fatta, allora diviene fondamentale impegnarsi e dedicarsi rispettivamente al proprio compagno/a.

L'amore è come una piantina che va innaffiata ogni giorno. Ognuno deve mettere la propria acqua. Occorre dare più che pretendere.
Attenzioni interesse e cura per l'altro e anche tanti sorrisi sono il segreto per una unione felice.

Se poi lo stato di malessere dovesse persistere allora diviene necessario farsi aiutare da un esperto.

Dott. A. Paliotti
avatar
Dott. A. Paliotti

Numero di messaggi : 151
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : Napoli

Vedere il profilo dell'utente http://unmondomigliore.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum