Traduci
Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

link
Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di Un mondo migliore sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Problema nostalgia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Problema nostalgia

Messaggio Da Ubertino il Ven 16 Gen 2009, 14:17

Salve,
successivamente ad importanti cambiamenti della mia vita, mi capita spesso di provare nostalgia per la situazione antecedente al cambiamento anche se questo è stato decisamente migliorativo.
Qualche esempio per capirci meglio può essere l’andare via di casa (lo sposarsi), finire l’università o mandare il figlio all’asilo: non si vede l’ora di arrivarci ma poi capita di provare momenti di nostalgia nel pensare al passato.
Capita anche voi qualcosa di simile? E’ normale? E perché?
Ma soprattutto, cosa fare o pensare per rendere la cosa meno dolorosa?
Grazie

__________________
Mai pensato a regali per compleanni così? (regalos empresa in spagnolo), elettrolisi, vendita accessori moto

Ubertino

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 16.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problema nostalgia

Messaggio Da Dott. A. Paliotti il Dom 18 Gen 2009, 21:45

Ciao Ubertino capita a tanti di volgere uno sguardo malinconico al passato con un sentimento di tenue rimpianto che può diventare di dolore.
Le cause però possono essere varie e appartengono alla storia personale di ognuno.
Può essere abbastanza scontata la nostalgia quando si ricordano tempi migliori, ma si prova di certo anche solo riandando con lo sguardo ad un tempo passato nonostante il presente, come tu sottolinei, sia soddisfacente.
Il rimpianto, la nostalgia, si associano comunque a una sensazione di perdita, perdita di un tempo vissuto che semplicemente è andato e non ritorna.
E forse la nostalgia si struttura in particolar modo quando si avverte la sensazione di non aver vissuto appieno e fino in fondo le opportunità offerte dal tempo trascorso.
Vivere nella nostalgia può in ogni caso divenire una modalità di pensiero strutturata. Nata magari da un riflesso condizionato creatosi in un lontano passato di cui hai perso la memoria.
Ti faccio un esempio.
Chi magari vive intensamente una esperienza di perdita, la perdita di un genitore in epoca infantile o di un’altra importante figura affettiva di riferimento, o anche un trasferimento per cui si lasciano amici e cose care, o anche chi ha una grande delusione amorosa, - spesso non è determinante la reale portata dell’evento, ma l’intensità emotiva con cui viene vissuto – compensa la mancanza con il riandare indietro con la memoria a rivivere i tempi passati, strutturando con il tempo, il piacere del ricordo del passato con la seguente perdita di un quantum del contatto emotivo con il tempo presente.
Che diventerà a sua volta oggetto e motivo di nostalgia.
Le ipotesi sono molte ma come dicevo la vera motivazione è legata alla propria storia personale.
Il rimedio è in ogni caso restare maggiormente a contatto con il presente.
Vivere nel qui e ora è la base del benessere e della serenità di ognuno di noi.
Accade a molti di compiere le azioni quotidiane in maniera automatica lasciando che i pensieri, a briglia sciolta, seguano vie diverse. Ma mentre si pensa ad altro – un problema da risolvere, una decisione da prendere - il presente sfugge via e dopo giorni, settimane, mesi, si ricorda di aver vissuto una serata, di aver incontrato un amico, di aver giocato con il figlio, senza però, esserci del tutto. Ed ecco lì pronto il rimpianto e quel dolce e struggente sentimento che è la nostalgia.
Non è facile restare con la mente al momento presente. Ma vivere nel qui e ora non è impossibile, con un poco di motivazione, di pratica e attenzione si apprende, e di certo la qualità la vita ne trarrà beneficio risultando più piena e soddisfacente.
Perché lo sguardo al passato è un freno alla motivazione e alle progettualità future.
Ciao Ubertino, queste sono solo alcune considerazioni, di certo in poche righe non è possibile essere esaurienti, ma spero di averti per lo meno fornito alcuni spunti di riflessione.
avatar
Dott. A. Paliotti

Numero di messaggi : 151
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente http://unmondomigliore.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problema nostalgia

Messaggio Da Ubertino il Lun 19 Gen 2009, 12:35

grazie Tina, ma può essere secondo te che è più facile che ricordiamo i ricordi belli e dimenticandone gli aspetti meno belli?
Forse è per questo che proviamo nostalgia, ma in fondo è una illusione
perchè se ci ricordassimo perfettamente tutto forse non ci sarebbe questa
nostalgia?

Ubertino

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 16.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problema nostalgia

Messaggio Da Dott. A. Paliotti il Mer 21 Gen 2009, 15:09

Sì, certo Ubertino, la memoria è soprattutto un processo di selezione, non a caso si rimuovono di continuo emozioni e situazioni dolorose.
(la rimozione è quel meccanismo di difesa che allontana dalla coscienza sentimenti altrimenti inaccettabili)

Quanta gente ricorda poco o nulla del passato. Preferisce dimenticare ciò che è intollerabile.

Ma penso sia un processo naturale presente non solo in coloro che provono una struggente nostalgia.
Sai... a volte la nostalgia potrebbe anche avere come componente l'ansia di affrontare il presente.
Il passato è un rifugio sicuro, quando tutto è già accaduto...

Piuttosto.. questa tua frase mi ha colpito:

"Ma soprattutto, cosa fare o pensare per rendere la cosa meno dolorosa?"

Quando il presente non presenta aspetti... terribili... perché la nostalgia, che letterariamente dovrebbe avere una connotazione di dolce tristezza, dovrebbe essere addirittura dolorosa?
E se è dolorosa... con quale frequenza si presenta?
avatar
Dott. A. Paliotti

Numero di messaggi : 151
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente http://unmondomigliore.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problema nostalgia

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum