Traduci
link
Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di Un mondo migliore sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Influenza A H1N1 Norme igieniche di prevenzione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Influenza A H1N1 Norme igieniche di prevenzione

Messaggio Da Admin il Gio 03 Set 2009, 05:16

Per limitare il rischio di contagio, in caso di pandemia, ecco alcune essenziali regole d'igiene che è opportuno utilizzare.

Questo articolo è la traduzione delle indicazioni di prevenzione attuate dal governo francese.

La condivisione, in case, uffici, fabbriche e scuole, di uno stesso spazio ristretto, dove avviene uno scarso ricambio d'aria, e il sempre maggiore numero di spostamenti e di trasporti, favoriscono la trasmissione di virus e di malattie infettive respiratorie.

Il rispetto di poche, semplici ma basilari, regole d'igiene consente di limitare tali rischi.

Le principali modalità di trasmissione del virus sono:

- La via aerea, e cioè attraverso tosse, starnuti e secrezioni varie;
- Il contatto fisico ravvicinato con una persona influenzata (in particolare quando ci si abbraccia o anche se ci si stringe la mano);
- il contatto con oggetti utilizzati da una persona influenzata.

In caso di pandemia, il rispetto delle alcune misure elementari d'igiene, diviene una regola indispensabile per limitare i rischi di contagio.

Le regole d'igiene riguardano in particolare:

- Il lavarsi le mani;
- Soffiarsi il naso, starnutire, tossire;
- La pulizia degli oggetti e delle superfici;
- Il trattamento dei rifiuti:
- la limitazione del contatto fisico;
- Le mascherine.

Il rispetto di queste regole, utili anche in caso di influenza stagionale, diviene fondamentale in una situazione di pandemia.

Starnutire, soffiarsi il naso, tosse e secrezioni
Soffiarsi il naso, starnutire, tossire, sono delle azioni usuali nella vita quotidiana ma anche la causa della maggiore diffusione di virus.

Alcuni semplici gesti possono essere utili a limitare una probabile pandemia, ed evitare alcune, rare, ma gravi conseguenze.
Si rende opportuno quindi, in un atteggiamento preventivo, utilizzare alcune determinate regole d'igiene:

- Quando si tossisce, coprirsi la bocca con un fazzoletto di carta usa e getta o con un braccio o la manica.
- Quando si starnutisce, coprirsi naso e bocca, con un fazzolettino di carta usa - e getta o con il braccio o una manica;
- Espettorare in un fazzoletto di carta;
- Lavarsi le mani dopo aver tossito, starnutito o espettorato in un fazzoletto.

E' opportuno utilizzare fazzoletti di carta, che verranno gettati subito dopo in un contenitore per le immondizie munito di un doppio sacchetto e preferibilmente di un coperchio.

Lavarsi le mani

Il lavarsi le mani svolge un ruolo fondamentale per l'igiene, poiché è attraverso le mani che si propaga le maggior parte delle malattie infettive.

In caso di pandemia, lavarsi regolarmente le mani costituisce un gesto essenziale di protezione.
E' anche meglio evitare, nell'incontrarsi, di stringersi la mano.

Quando ci si lava le mani?

Ci si deve lavare le mani con acqua e sapone o, in alternativa disinfettarle con una soluzione idro-alcolica, il più frequentemente possibile e in alcuni momenti determinati:

- Prima di preparare il pranzo e dopo aver cucinato;
- Prima di mangiare;
- Prima di dar da mangiare ai bambini;
- Dopo essersi soffiato il naso, aver tossito o starnutito o espettorato;
- Ogni volta che si torna a casa;
- Dopo aver utilizzato i mezzi di trasporto pubblico;
- Dopo aver visitato un malato o aver toccato materiali o oggetti da lui utilizzati;
- Prima di mettere o rimuovere le lenti a contatto.

In ogni caso, è opportuno lavarsi le mani:

- Dopo aver tolto una mascherina;
- Dopo aver utilizzato la toilette;
- Dopo aver cambiato i bambini o averli aiutati ad andare in bagno;
- Dopo aver toccato animali o pulito le loro feci;
- Dopo aver manipolato i rifiuti;

E comunque tutte le volte che le mani sono sporche.

Come lavarsi bene le mani?

Ecco il modo in cui ci si lava correttamente le mani.
Il sapone da solo non è sufficiente ad eliminare i germi. Occorre anche lavarle nella maniera opportuna e per almeno 30 secondi. E' la combinazione di lavare, insaponare, strofinare e asciugare le mani, che permette di eliminare i germi.

- Bagnarsi le mani sotto l'acqua calda corrente;
- Insaponarsi, se possibile, con un sapone liquido;
- Strofinarsi le mani per produrre schiuma. Non dimenticare di strofinare il dorso delle mani, tra le dita, sotto le unghie e i polsi.
Si può proporre ai bambini di cantare una canzone (per esempio Happy Birthday) per lavarsi per il tempo necessario.
- Sciacquare sotto l'acqua corrente.
- Asciugare con un asciugamano pulito da utilizzare una volta sola.
- Chiudere il rubinetto con un asciugamani di carta monouso.

E poi ancora:

- Usare sapone preferibilmente liquido o senza risciacquo (le soluzioni idro-alcoliche sono vendute in farmacia e nelle sanitarie). Il sapone solido non è molto igienico, resta umido e tende a trattenere i virus.
- Mantenere le unghie pulite e corte: per evitare che il virus si annidi sotto le unghie utilizzare uno spazzolino apposito pulito.
- Attenzione alle ferite e abrasioni sulla pelle che possono divenire sede di virus. Utilizzare una lozione idratante per mantenere la pelle sana.

E fuori casa....

Fuori casa è opportuno rifornirsi di soluzioni idro-alcoliche o di salviette inumidite usa e getta nel caso non vi sia sapone liquido nei bagni pubblici. Usando gli asciugamani usa e getta, si evita il contatto con i virus lasciati da altri su un asciugamano di stoffa.

Al lavoro, ci si laverà le mani prima di ogni pasto, durante le pause e a fine giornata.

In particolari situazioni, è più opportuno lavarsi le mani o indossare dei guanti?

Gli operatori sanitari che utilizzano i guanti, hanno ricevuto una adeguata formazione in merito, perché altrimenti si rischia di utilizzarli impropriamente e contribuire alla diffusione del virus. Meglio quindi non utilizzarli e lavarsi le mani regolarmente (prima e dopo essere stato in contatto con i pazienti o dopo la manipolazione di oggetti potenzialmente contagiati).

La pulizia degli oggetti

Una pulizia adeguata degli oggetti e delle superficie è un modo efficace per la lotta contro le infezioni.

Se qualcuno è ammalato in casa:

- Gli oggetti utilizzati dalla persona con l'influenza devono essere puliti accuratamente per lo meno una volta al giorno;
- La biancheria può essere lavata a mano, o in lavatrice, insieme alla biancheria del resto della famiglia, con un detersivo abituale, e con la temperatura oltre i 60° C;
- allo stesso modo, le stoviglie devono essere lavate con acqua calda e sapone;
- Ogni membro della famiglia deve disporre della sua biancheria, dei suoi asciugamani e del proprio spazzolino da denti;
- Le superfici di contatto (maniglie delle porte, dei mobili, copri water, telecomando, telefono, ecc.) devono essere lavati con acqua calda, sapone o altri prodotti che si utilizzano abitualmente per la casa.


Trattamento dei rifiuti e immondizia

Tutti i rifiuti prodotti da una persona con l'influenza (maschere, fazzoletti, tovaglioli di carta ...) sono contagiosi e devono essere smaltiti con la massima cura.

- Il contenitore per le immondizie, deve essere possibilmente provvisto di un coperchio e munito di un sacchetto di plastica;
- Il sacchetto deve essere sigillato avendo cura di far uscire l'aria;
si consiglia di utilizzare un doppio sacchetto;
che, dopo sigillato, può essere gettato con la spazzatura di casa.

Dopo avere gettato il sacchetto, è necessario lavarsi le mani.

Evitare il contatto fisico

Sin dai primi sintomi d'influenza, una persona è contagiosa.
Se ci si trova in periodo di pandemia, al fine di non contagiare gli altri, né di essere contagiati, è fortemente raccomandato:

- di evitare ogni contatto diretto tra le persone e soprattutto con le persone influenzate: evitare di baciarsi, le strette di mano o accarezzare il viso;
- di mantenere, laddove possibile, una distanza minima di protezione di almeno 1 metro tra le persone ( le persone influenzate devono limitare al massimo il contatto con gli altri e quando non è possibile, occorre che indossino una mascherina);
- di sospendere le attività di gruppo, come ad esempio gli sport di squadra, se tale raccomandazione è data dalle autorità locali o dal governo.

La mascherina

Ogni persona con l'influenza deve indossare una mascherina.
La mascherina è necessaria per impedire il contagio alle persone intorno con starnuti e tosse.
Ogni persona influenzata dovrebbe evitare il contatto stretto con gli altri e restare isolata. Se questo non è possibile, la persona con l'influenza deve indossare una mascherina in luoghi pubblici (negozi, mezzi di trasporto, eccetera) o al lavoro o comunque in presenza di altri.

In ogni caso, nella situazione attuale, non è il caso, per chi sta bene, che ci si attivi per procurarsi una mascherina.

Tratto e tradotto da:
Pandémie grippale. Guide pratique de la vie quotidienne
avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://unmondomigliore.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum